SINDROME DI DE QUERVAIN

Generalità

La tenosinovite stenosante di De Quervain è un processo infiammatorio a carico della guaina sinoviale dei tendini del pollice (abduttore lungo ed estensore breve).

La patologia è caratterizzata da un restringimento doloroso della sinovia, in corrispondenza del punto in cui, questi tendini coinvolti, passano sopra una sporgenza ossea chiamata stiloide del radio: l'aumento del volume nel canale digitale, dovuto al processo infiammatorio, crea una frizione dolorosa durante lo scorrimento tendineo.

La sindrome di De Quervain può indurre una serie di limitazioni funzionali della mano, specie se si compiono certe attività. La causa determinante dell'affezione è da ricercarsi in microtraumi ripetuti, legati soprattutto all'attività professionale (ricamatrici, addetti ai videoterminali, musicisti...).

 

Il sintomo principale, associato alla sindrome di De Quervain, è il dolore che si verifica mentre si compiono movimenti di presa eseguiti con i pollici e nei movimenti di inclinazione del polso. A volte si può associare una tumefazione, lungo il decorso dei tendini, i quali con l'evoluzione della malattia, si infiammano andando incontro a progressiva usura (tendinosi) a causa della ristrettezza del canale.

  • IN ROSSO SCURO, IL TENDINE ESTENSORE BREVE, IN ROSSO CHIARO IL SUO MUSCOLO
  • IN GIALLO SCURO, IL TENDINE ABDUTTORE LUNGO, IN GIALLO CHIARO IL SUO MUSCOLO  

 

  • IN VERDE, LA GUAINA INSPESSITA E RISTRETTA

cause

Le cause che determinano l'insorgenza della sindrome di De Quervain possono essere molteplici:

 

  • predisposizione individuale;
  • attività ripetitive che prevedono il movimento di flessione-estensione del pollice (esempio: cucire, usare il mouse o la tastiera del computer, suonare uno strumento ecc.);
  • sovraccarichi funzionali improvvisi;
  • malattie reumatiche.

sintomi

Il sintomo principale è il dolore al margine del polso e lungo il dorso del pollice, quando si cerca di muoverli.
A volte il dolore si diffonde verso l'avambraccio e peggiora nei movimenti di presa, come nell'aprire un barattolo, strizzare un panno, o girare una chiave.
Altri sintomi sono il rigonfiamento della guaina che è di consistenza dura: molti pazienti infatti credono che questo ispessimento sia dovuto alla comparsa di "un ossicino che prima non c'era".
Piuttosto frequente è il formicolio al dorso del pollice provocato dall'irritazione di un piccolo ramo nervoso che decorre sopra la guaina ispessita

diagnosi

La diagnosi si basa sulla descrizione dei sintomi, che sono molto caratteristici.
Una prova molto utilizzata, allo scopo di registrare il grado di dolore avvertito dal paziente, è il test di Finkelstein, che si esegue facendo stringere il pollice all'interno delle altre dita chiuse a pugno e contemporaneamente chiedendo al paziente di flettere il polso nella direzione del mignolo. Nel soggetto affetto dalla sindrome di De Quervain, infatti, i movimenti del pollice sono difficoltosi a causa del dolore intenso, che risulta acuito quando si inclina il polso. L'ecografia consente di evidenziare con precisione le alterazioni infiammatorie dei tendini ed i loro rapporti con le pareti della guaina sinoviale.

Trattamento nella fase iniziale e meno grave

In alcuni casi, per attenuare i sintomi è sufficiente evitare per un periodo di tempo i movimenti che provocano dolore.
Lo scopo del trattamento in questa patologia è quello di eliminare il dolore, ridurre l´infiammazione e restituire il normale scorrimento dei tendini.
Farmaci steroidei: Hanno efficacia ma limitata nel tempo...

Trattamento delle forme avanzate

Il primo intervento che possiamo adottare è quello di immobilizzare l’articolazione del pollice con l’ aiuto di un tutore, o di un bendaggio funzionale.

Dobbiamo evitare di compiere sforzi, anche se indossiamo il tutore, in quanto si andrebbero a stressare, in ogni caso, i muscoli e le articolazioni, vanno inoltre evitati i movimenti a pinza.

Tra le terapie fisiche valide troviamo:

§  L’utilizzo del Laser ad alta potenza,

§  Onde d’urto

§  Criosound,

§  Tecarterapia,

§  Esercizi di mobilizzazione,

§  Manovre per decongestionare l’eventuale edema

§  L’utilizzo del Kinesio Taping.

§  Alcuni professionisti consigliano di eseguire delle infiltrazioni di Cortisonici, io non sono PRO infiltrazioni per il rischio di necrosi cutanea e di indebolimento tendineo.

 

NATURALMENTE SONO TUTTE TERAPIE DA ESEGUIRE CON IL FISIOTERAPISTA CHE SAPRÀ STRUTTURE UN ADEGUATO PROGRAMMA E PROTOCOLLO DI LAVORO PERSONALIZZATO.

 

Se la sindrome di De Quervain è trascurata e non viene trattata adeguatamente, la tenosinovite può evolvere in rizoartrosi (artrosi della base del pollice).